Raffa la giraffa – farina bianca. Lettura e attività plurilingue LED (Legami Educativi a Distanza)

Raffa la giraffa – Farina bianca italiano e cinese

 

Raffa la giraffa – Farina bianca italiano e portoghese

 

Raffa la giraffa – faccio la pasta di sale con la farina bianca italiano e cinese

Raffa la giraffa – farina gialla. Lettura e attività plurilingue LED (Legami Educativi a Distanza)

Raffa la giraffa – Farina gialla italiano e cinese

 

Raffa la giraffa – disegno con la farina gialla italiano e cinese

 

Raffa la giraffa – scrivo gli animali con la farina gialla italiano e cinese

LED – Legami Educativi a Distanza. Letture e attività plurilingue per bambini e bambine

Il personale della Cooperativa Tangram ha deciso di rendere fruibile ad ogni bambino e ad ogni bambina che lo desideri numerose letture e attività plurilingue!

L’obiettivo è quello di instaurare con i bambini e con le bambine dei Legami Educativi a Distanza, permettendo loro di “imparare giocando”, contribuendo così a contrastare la povertà educativa che sovente sta incrementando in questo delicato momento storico.

 

E se diventi farfalla

In Italia secondo i dati più recenti il 25% dei minori è a rischio povertà: sono circa due milioni e mezzo i bambini e gli adolescenti che vivono in condizioni di deprivazione materiale e spesso anche culturale, sociale e relazionale. Soprattutto in alcune zone periferiche non esistono spazi belli creati per i bambini, non esistono opportunità di aggregazione e socializzazione familiare e non esistono occasioni nei weekend o negli orari extra-scolastici dove i bambini e le rispettive famiglie possano fare esperienze artistiche e culturali. In tal senso, nel dicembre 2017, è partito il progetto “E se diventi farfalla” che ha come obiettivo principale quello di  aumentare le opportunità educative per bambini e bambine attraverso l’utilizzo di varie forme dell’arte. L’approccio alla base del progetto è quello di  guardare alla comunità come alla principale risorsa per contrastare fenomeni di povertà educativa.

Il nostro Centro Educativo Multiculturale la Giostra è stato coinvolto da Cospe come destinatario di diversi laboratori multiculturali per i bambini, le bambine e le loro famiglie con artisti, mediatori e operatori di diverse associazioni.

In particolare, tra il 2018 e il 2019 sono stati realizzati 20 laboratori multiculturali in orario scolastico. Gli incontri sono stati pensati come momenti ludico artistici durante i quali i bambini e le bambine potessero sperimentare la multiculturalità quale pratica quotidiana attraverso letture plurilingue, attività manipolative ecc. In accordo con le educatrici e le maestre, gli operatori di Cospe hanno organizzato delle letture plurilingue (italiano e cinese) sulla storia degli animali del calendario cinese; successivamente sulla leggenda dei 12 animali del calendario cinese è stato creato un vido bilingue ( italiano-cinese) con la tecnica delle carte ritagliate. Il video poi è stato poriettato in occasione dell’inizio del capodanno cinese dove bambini, bambine e famiglie hanno realizzato delle lanterne per addobbare l’asilo.

Sempre nel 2018 sono stati realizzati cinque  laboratori per le famiglie della Giostra. Durante gli incontri genitori e bambini hanno creato dei collage utilizzando foto e parole che rappresentassero la loro idea di infanzia; i lavori artistici sono stati realizzati con materiali e tecniche miste e usati per arredare lo spazio del nido più vissuto da loro: il corridoio. Tra i diversi obiettivi dell’attività vi era anche quello di far sentire bambine e famiglie membri della Giostra e accolti ogni giorno.

Infine, a partire dal 23 febbreio 2019 è cominciato un ciclo di laboratori della durata di 3 ore tenuti ogni sabato mattina alla Giostra. Filo conduttore degli incontri, tenuti in collaborazione con le artiste del collettivo Zappa! diPrato, sono le diverse simbologie usate nell’arte che, contrariamente a quanto si tende a pensare, non sono universali ma cambiano a seconda dei contesti culturali. Promuovere questa consapevolezza significa promuovere un approccio interculturale fra i beneficiari e valorizzare le diversità

Capodanno cinese alla Giostra

Venerdì 1 Febbraio, all’interno del progetto “ E se diventi Farfalla” promosso da Cospe onlus, è stato organizzato un laboratorio con i genitori dei bambini del Centro Multiculturale la Giostra in preparazione al Capodanno cinese che quest’anno è cominciato il 5 febbraio.

Il capodanno cinese, a differenza di quanto avviene per noi occidentali non ha una data di festeggiamento precisa poiché cade durante il secondo novilunio dopo il solstizio d’inverno. Si tratta di una festa molto importante per la tradizione cinese che prevede ben 15 giorni di festa.

Per celebrare questa festa abbiamo chiesto ai nostri piccoli abitanti della Giostra e ai loro genitori di preparare delle piccole lanterne che sono uno dei simboli del capodanno cinese. Al termine del capodanno la tradizione vuole che le lanterne siano staccate e portate in strada per chiudere il periodo di festa tra spettacoli e danze.

Si è trattato di un laboratorio molto importante per il nostro Centro Multiculturale che nasce proprio per essere il punto di incontro e scambio per molte famiglie e culture di origine differente.  

Finita l’attività abbiamo festeggiato tutti insieme con un ricco buffet di piatti tipici cinesi

La scuola interculturale nelle periferie: educare alla bellezza e alla cura dei luoghi

Si svolgerà a Napoli, il 6 e il 7 Dicembre il convegno “La scuola interculturale nelle periferie: educare alla bellezza e alla cura dei luoghi” organizzato dal MIUR, dall’ USR di Napoli e dal Comune di Napoli. L’evento è rivolto a dirigenti, insegnanti ed operatori nel sociale che durante le due giornate avranno la possibilità di riflettere e scambiare esperienze sulle nuove metodologie didattiche relative all’ interculturalità.

Le scuole d’Italia sono frequentate  sempre di più da bambini provenienti da diverse parti del mondo, tutto questo costituisce un vantaggio e un valore inestimabili per gli adulti di domani ma anche una realtà nuova da affrontare con le giuste metodologie. Una realtà che riguarda maggiormente i quartieri periferici delle città dove si riscontrano le più alte concentrazioni di famiglie non italofone. Una realtà all’interno della quale esistono già molte esperienze virtuose perfettamente riuscite. Tutte queste esperienze verranno messe a confronto tra di loro durante i due giorni del convegno, organizzate per sessioni di lavoro (Programma completo qui)

La nostra Presidentessa Beatrice Falcini, con il suo irrefrenabile entusiasmo è partita verso il capoluogo campano per presentare “La Giostra” e il lavoro della Cooperativa Tangram sui temi dell’inclusione e dell’interculturalità.

La Giostra delle storie

In un’epoca in cui la vita è sempre più frenetica e l’attenzione nei confronti dei bambini sta drasticamente dimunendo il centro multiculturale educativo La Giostra e la Biblioteca Canova (Quartiere 4 di Firenze) promuovono due incontri in occasione della Giornata Internazionale dei diritti alle storie.
Martedì 27 novembre dalle ore 17.30 la pediatra Monica Pierattelli spiegherà ai presenti i benefici della lettura precoce ai bambini e alle bambine.

Giovedì 1 dicembre alle ore 10.30 ci sarà invece un incontro alla Biblioteca di Via Canova dove alcuni genitori della Giostra e gli operatori della biblioteca  faranno alcune letture espressive, seguirà un dibattito.

Gli eventi sono GRATUITI e aperti a chiunque fosse interessato.

Data la poca disponibilità di posti è richiesta la prenotazione tramite email a  segreteria.tangram@gmail.com